BSC 94

Marcellino da Capradosso. Un frate cappuccino tra Ottocento e Novecento, a cura di Giuseppe Avarucci (Bibliotheca seraphico-capuccina, 94), Roma 2011, 24 cm, 229 p. (€ 24,00) ISBN 978-88-88001-82-1

 

BSC 94 CapradossoMarcellino da Capradosso (Giovanni Maoloni, Castel di Lama 1873 – Fermo 1909), fratello laico dell'Ordine dei cappuccini, fino ai 29 anni sperimenta la vita aspra nel lavoro dei campi a Capradosso, sperduto villaggio addossato alle falde del Monte dell'Ascensione sugli Appennini marchigiani. Nel 1902, nel convento di Fossombrone, indossa la tonaca simile a tutti gli altri frati, ma in lui c'è qualcosa di diverso e a Fermo se ne accorge, l'anno dopo, anche la gente quando inizia ad arrivare nelle case con il sacco in spalla per domandare l'elemosina per il convento. Il centenario della morte del servo di Dio (1909-2009) ha fornito l'occasione per una riflessione sull'ambiente sociale, culturale e religioso tra i cappuccini marchigiani e nella diocesi di Fermo dove egli, fratello umile e penitente trascorse i brevi anni di vita religiosa questuando, per celebrarne la memoria e rievocare alcuni tratti della sua personalità e del tormentato percorso del processo per la sua canonizzazione.

 

 

< altri libri

Altro in questa categoria: « BSC 95 BSC 93 »