BAM 14

Wiesław Block, Beato Aniceto frate minore cappuccino, un ponte tra due nazioni (Bibliotheca ascetico-mystica, 14), Roma 2018. 21 cm, 431 p. ill. (€ 26,00) ISBN 978-88-99702-10-6

 

BAM14a

Aniceto Koplin(ski) (1875-1941), frate cappuccino appartenente alla Provincia Renano-Westfalica, dopo aver vissuto la prima parte della sua vita nella Provincia madre, per molti anni ha lavorato a Varsavia, facendosi “figlio adottivo” della terra polacca.
Il fatto di abitare e lavorare in due paesi, che in quel momento della storia, pur essendo confinanti, per vari motivi non vivevano in pace, ha fatto sì che questo figlio di san Francesco d’Assisi sia diventato un vero ponte tra due nazioni, come suggerisce il titolo di questo libro, così pure tra due Province dei frati cappuccini e anche tra ricchi e poveri, ai quali in modo speciale egli dedicò la sua attenzione. La sua attività, svolta fuori dell’ambiente consueto, segnò un nuovo stile di collaborazione e solidarietà tra i popoli, che oggi confluisce nella cosiddetta “cultura dell’incontro”. La vita del frate cappuccino trovò pieno compimento nel campo di sterminio di Auschwitz, come conseguenza dell’odio nazista e frutto della sua decisione di non dare il placet alla politica hitleriana.
Aniceto è stato beatificato con altri 108 martiri dell’oppressione nazista da papa Giovanni Paolo II, in occasione del suo ottavo viaggio in Polonia (13 giugno 1999).

 

 

< altri libri

Altro in questa categoria: « BAM 13 BAM 11 »