BSC 97

I cappuccini nell'Umbria dell'Ottocento. Atti del convegno internazionale di studi (Todi, 26-28 maggio 2011), a cura di Gabriele Ingegneri (Bibliotheca seraphico-capuccina, 97), Roma, Istituto Storico dei Cappuccini, 2014, 293 p. +20 tav. a colori. (€ 30,00) ISBN 978-88-88001-90-6

 

capinumbria2014a

Sulla scia dei precedenti convegni dedicati alla storia dei cappuccini in Umbria, esce questo volume relativo all'Ottocento, secolo che si presta ad importanti spunti di riflessione per la vita dell'Ordine cappuccino e, oltre quello, per la vita religiosa e per la vita cristiana in genere nel passaggio dalla società d'antico regime a quella moderna. La riflessione parte inevitabilmente dalle novità dell'illuminismo del Settecento, seguite dalla crisi della rivoluzione francese e dallo sforzo di restaurazione, qui ancora più marcato per l'appartenenza della regione allo Stato Pontificio e messo a dura prova dalla successiva crisi determinata da quello che significò l'unificazione dell'Italia per gli Ordini religiosi. I cappuccini umbri, seppur pesantemente ridimensionati, furono tra gli ordini che riuscirono a riorganizzarsi e a presentarsi all'inizio del Novecento pronti a nuovi impegni. I contributi dei relatori, dopo la presentazione della situazione generale in Italia nell'Ottocento, seguono le vicende delle soppressioni e delle ricostruzioni nella vita dei religiosi e dei conventi, con particolare attenzione alla documentazione disponibile negli archivi, come indicazione per altre ricerche ed altri studi, al contatto con il mondo artistico locale e nazionale, che costituisce una vera sorpresa per la sua ricchezza in un periodo altrimenti tanto tribolato e l'apertura al mondo e al futuro appare nella presentazione dell'opera svolta da alcuni religiosi nelle lontane missioni ad gentes.

 

 

< altri libri

 

Altro in questa categoria: « BSC 96 BSC 98 »