MHOMC 36

Registrum scripturarum della procura generale dell'ordine cappuccino, 1599-1613, a cura di Giuseppe Avarucci (Monumenta Historica Ordinis Minorum Capuccinorum, 36). Roma 2011, 24 cm., 278 p., (€ 24,00) ISBN 978-88-8800-181-4

 

mh.min-kopia

Il Registrum scripturarum è il più antico manoscritto della procura generale conservato nell'archivio generale dell'Ordine dei cappuccini, riguarda l'attività dei procuratori generali per gli anni 1599-1613, nei quali si susseguroni nell'uffico Anselmo Marzati da Monopoli (poi primo cardinale del'Ordine), Girolamo Geradoni da Castelferretti e Michelangeo Diotallevi da Rimini. Nel capitolo generale del 1613 viene eletto Clemente Di Lorenzo da Noto, mentre dal 6 settembre 1600 al 31 marzo 1601, Sante Tesauro da Roma sostituisce Anselmo Marzati inviato in Francia dal pontefice "causa pacis componendę inter regem Francorum et ducem Sabaudię". Il procuratore funge da delegato dell'Ordine pressso gli uffici della curia romana e tratta tutti i problemi tra l'Ordine e la sansta Sede, le varie provincie, i rapporti con i vescovi e con le città e i casi particolari di singoli frati o della fondazione di conventi, di impegni apostolici o relazioni con altri ordini religiosi. Quando il generale è fuori Roma in occasione di visite alle provincie o per altre ragioni subentra quale commisssario generale e tratta insieme ai definitori gli affari dell'Ordine. E quando, per qualunque causa si rende vacante l'ufficio di ministro generale, vi subentra come vicario generale.
Dai registri del procuratore generale emergono con chiarezza le attività, i problemi, lo spirito e l'immagine anche esterna dell'Ordine.

 

 

< altri libri

Altro in questa categoria: MHOMC 37 »